martedì 17 novembre 2015

La scoperta dell'Armocromia #1: la Temperatura.

Vi è mai capitato di vedere il vostro viso spento, il colorito poco luminoso, gli occhi stanchi, i tratti poco definiti e quasi invecchiati?!
Beh a me è successo diverse volte e, fra le tante cause che possono ingrigire la nostra immagine, ce n'è una che spesso tendiamo a sottovalutare perché ritenuta poco importante o perché magari non la conosciamo abbastanza. 
Sto parlando della scelta dei colori.
stagioni
Pic by Vnews24.it

Un'interessante tecnica che studia la scelta dei colori, sia per quanto riguarda il make up che per ciò che invece concerne la moda e l'abbigliamento, è l' Armocromia.
Sicuramente qualcuno di voi ne avrà già sentito parlare, forse per qualcun'altro risulterà invece un'assoluta novità, in ogni caso in questo articolo vorrei parlarvi della mia personale esperienza e dei miei primi timidi passi in questo affascinante mondo di Teoria del Colore applicato alla bellezza, alla moda e alla "psicologia" dell'individuo.

Non sono un'esperta in materia e non voglio assolutamente professarmi come tale ma credo, nel mio piccolo, di aver imparato qualcosa in questi ultimi tempi e vorrei condividere queste mie scoperte con voi, poi chissà potrebbero addirittura tornarvi utili!

Ma partiamo dalle basi.
L'Armocromia suddivide ogni persona in quattro grandi categorie cromatiche chiamate stagioni, che si rifanno proprio ai nomi  e alle caratteristiche cromatiche delle quattro stagioni che conosciamo: Primavera, Estate, Autunno, Inverno.
Queste quattro categorie sono poi suddivise in altre sotto-categorie. Per esempio per quanto riguarda la stagione Primavera si avrà Primavera Chiara, Primavera Assoluta, Primavera Brillante e, talvolta, Primavera Soft.

Com'è possibile capire la nostra stagione e la nostra sotto-stagione di appartenenza?

Vi racconto come ho proceduto io che, vorrei ribadire, non sono un'analista ma una semplice appassionata di bellezza, proprio come voi.
Il primo passo da fare è capire che "temperatura" hanno i nostri colori naturali. Siamo caldi, oppure freddi?La nostra pelle, i nostri occhi e i nostri capelli hanno sfumature calde oppure tonalità fredde?

Non fatevi ingannare dagli stereotipi. Ad esempio, non è detto che se avete la pelle con un sottotono giallo significa per forza che il vostro colorito sia caldo.
Guardate le foto che seguono

autunno
Pic by Glamourmagazine.co.uk

inverno
Pic by Imgoz.com
Jessica Alba e Kim Kardashan hanno entrambe una bellissima pelle ambrata ma mentre la prima è spiccatamente calda, Kim sfoggia un colorito dalla tonalità fredda. 
Jessica è infatti un Autunno mentre Kim è un Inverno.

Personalmente trovo che la pelle, piuttosto che i capelli e gli occhi, siano l'elemento discriminante che ci aiuta ad individuare la temperatura. Per due motivi:
  • La pelle, make up a parte, è più difficilmente "camuffabile" ed in genere rivela una nostra caratteristica naturale. Anche se usiamo un fondotinta o una terra, queste dovrebbero essere sempre scelte in armonia con il colorito naturale e, se così non fosse, si noterebbe un grande stacco fra collo e viso (vi sarà sicuramente capitato di vederlo in giro!) mentre i capelli, se tinti, possono falsare meglio il nostro colore naturale e fingere in maniera più fedele una tonalità calda piuttosto che una fredda e viceversa.
  • Il colorito della pelle, insieme alle sue sfumature, sono caratteristiche che si notano subito in una persona. E' più facile individuare al primo colpo d'occhio, ad esempio, una pelle rosea dal colorito caldo piuttosto che una chioma bionda dalla tonalità fredda.
estate
Pic by cdni.condenast.co.uk

primavera
Pic by hellomagazine.com
Le foto sopra mostrano Gwynet Paltrow e Uma Thurman, entrambe bionde e decolorate, mentre Gwynet possiede tonalità prevalentemente fredde di una donna Estate, Uma ha sfumature calde tipiche della donna Primavera.

Capire qual'è la nostra temperatura ci aiuterà a fare una distinzione importante. Se risultiamo parecchio caldi potremmo infatti appartenere, con tutta probabilità, alla stagione Primavera oppure a quella Autunno mentre sarà più difficile risultare un Inverno o un'Estate.
Al contrario, se siamo freddi la stagione di appartenenza sarà prevalentemente Inverno o Estate.

Purtroppo non esiste un modo univoco di capire che temperatura hanno i nostri colori. La temperatura è una sensazione che il nostro occhio percepisce quando guarda un determinato colore, ma mentre è facile capire che il giallo, il rosso e l'arancio "puri" sono colori caldi mentre il blu e il verde in genere vengono considerati freddi, capire la temperatura della nostra pelle o dei nostri occhi è molto più complicato perché influenzati da molte caratteristiche diverse (sottotono, sovratono, circolazione sanguigna, luce solare, melanina ecc....).

In sostanza si può dire però che se i colori che ci donano di più, accostandoli al viso, sono colori caldi (arancio, bronzo, mattone, verde oliva) probabilmente abbiamo un colorito caldo mentre se ci donano di più i colori spiccatamente freddi (grigio ghiaccio, blu navy, bianco) allora la nostra tonalità è fredda.
Un occhio allenato, il giudizio di una persona esterna, alcune foto e spesso anche la nostra personale intuizione che ci conduce ad amare ed indossare più frequentemente i colori che ci donano di più, possono aiutarci a capire la nostra temperatura e la nostra "stagione base" di appartenenza.
E qui concludo questo primo articolo, per non sconfinare nei metodi per l' Analisi del Colore che merita sicuramente un post a parte.







Link di approfondimento: